Il Patto Associativo è il documento a cui tutti i soci adulti dell’Associazione Guide e Scouts Cattolici Italiani (AGESCI) si devono impegnare ad aderire per poter far parte di una Comunità Capi (spesso abbreviata in Co.Ca. o CoCa) e per poter svolgere un servizio educativo. I soci adulti si riconoscono nel Patto associativo, documento che esprime la sintesi condivisa delle motivazioni che hanno sostenuto la loro scelta di svolgere un servizio educativo in Associazione.

Il patto associativo esprime le linee fondamentali dell’essere educatore in AGESCI, trattando nelle sue quattro sezioni i valori fondamentali a cui il capo deve impegnarsi ad aderire e le scelte che questi è chiamato a compiere.

Le quattro sezioni sono:

  • L’associazione
  • La scelta scout
  • La scelta cristiana
  • La scelta politica

L’associazione:
Esprime i valori fondamentali dell’associazione, tra i quali la volontarietà e la gratuità del servizio dei capi, la finalità educativa dell’associazione ed il modello educativo a cui la stessa tende. Viene espresso qui l’innovativo principio diarchico (cosiddetta diarchia associativa) in base al quale ogni struttura educativa e di governo dell’associazione è retta da un uomo ed una donna in relazione di pari valore e dignità.

La scelta scout:
Esprime la scelta per l’adozione dello Scautismo quale modello pedagogico nell’agire educativo dell’associazione. Si stabilisce che il metodo educativo adottato è basato sui quattro punti di B.-P.

  • Formazione del carattere
  • Salute e forza fisica
  • Abilità manuale
  • Servizio al prossimo

La scelta scout esprime sintesi inscindibile dei valori e del metodo dello scautismo;

La scelta cristiana:
Al capo AGESCI, in quanto associazione cattolica, viene richiesto di aderire ai valori della chiesa di Roma e di esserne testimone, educando i ragazzi che gli sono affidati anche dal punto di vista della fede. La scelta cristiana è assunta personalmente e vissuta nella Chiesa Cattolica.

La scelta politica:
Il capo si impegna ad educare i ragazzi in modo indipendente da qualsiasi realtà partitica e dalle preferenze politiche personali, nell’ottica di formare in loro una coscienza critica e capace di scelte mature e responsabili. La scelta politica orientata alla partecipazione attiva e responsabile per la realizzazione del bene comune e per la valorizzazione della persona al fine di garantire l’inviolabilità dei suoi diritti fondamentali ed il loro sviluppo anche attraverso l’assunzione dei doveri inderogabili di solidarietà.